Al cimitero di Bergamo guidati dal totem

cimitero%20bergamo_medium.jpgIl 2 novembre è la giornata dedicata alla commemorazione dei defunti e quest’anno il cimitero cittadino ha presentato, a ridosso di questa giornata di ricordo, una novità tanto utile quanto “curiosa”: il totem informativo che permette di rintracciare i propri defunti all’interno del cimitero e raggiungerli agevolmente servendosi della mappa stampata che ne segna il percorso.

Il totem funziona in modalità touch-screen ed è stato studiato e realizzato per poter essere agevolmente utilizzato anche da chi non ha molta familiarità con le nuove tecnologie: le persone anziane.

Una trovata a mio avviso molto intelligente e per niente banale se si considera la grandezza del cimitero di Bergamo, una vera e propria città nella città.
L’ampiezza del sito unita al fatto che non tutti si recano regolarmente a far visita ai propri defunti comporta il rischio di non ricordare l’ubicazione corretta della tomba del proprio caro, e perdersi lì dentro non è per nulla difficile, se non si è “pratici” del posto.

Il totem arriva proprio per colmare questa lacuna e c’è da scommetterci che sarà apprezzato fin da subito, dal suo esordio il giorno 2 novembre.

Complimenti a chi ha pensato a questo strumento ed a chi ha deciso di finanziarne il progetto, segno che qualche volta le buone idee trovano spazio pure loro per una realizzazione pratica utile e funzionale.

Arriva la Fiera Campionaria di Bergamo

E’ partita l’oramai tradizionale Fiera Campionaria di Bergamo, la fiera per eccellenza sotto tutti i punti di vista: stand partecipanti, visitatori, afflussi, durata.

La fiera quest’anno si presenta con una novità legata alla programmazione delle giornate: non più contigue tra di loro dalla giornata di apertura a quella di chiusura ma bensì spezzate in 2 tronconi, da venerdì 21 ottobre a lunedì 24 ottobre e quindi da venerdì 28 ottobre a martedì 1 novembre.

Naturalmente la speranza degli organizzatori è quella di battere il record di visitatori registrato lo scorso anno, ed i presupposti potrebbero esserci tutti a patto di ribadire l’ingresso gratuito ed un servizio navetta efficiente per regolare l’afflusso verso i padiglioni della fiera, che in questa occasione registra migliaia di accessi ogni giorno.

La Fiera Campionaria viene organizzata da Promoberg con il supporto della Camera di Commercio di Bergamo, Ascom Bergamo, Credito Bergamasco Gruppo Banco Popolare, L’Eco di Bergamo, Ubi Banca Popolare di Bergamo, e presenterà più di 250 espositori (la maggioranza nostrani) ripartiti sui 16.000 metri quadri dei 3 padiglioni della fiera.

Nel Padiglione A troveranno posto gli stand dedicati ai beni ed ai servizi del settore terziario, ai servizi all’impresa e alla persona, comprese banche e associazioni varie.

Il Padiglione B verrà dedicato da settori quali l’abbigliamento, i locali per le cerimonie, le aziende che lavorano nel settore della cura della persona, ecc…

Il Padiglione C sarà dedicato ai buongustai: specialità agroalimentari con un occhio particolare per quelle, tante e buone, della nostra provincia.

Appuntamento quindi nei padiglioni della Fiera di via Lunga nei 2 periodi sopra elencati, per ulteriori informazioni consiglio di visitare il sito di BergamoFiera.

La caccia ai tesori di Città Alta

caccia-al-tesoro.jpgSegnalo la bella iniziativa dedicata alle scuole e quindi ai ragazzi dal nome Caccia ai tesori di Città Alta.
Di che cosa si tratta?

Beh, come dice il nome è una caccia al tesoro in programma il 27 ottobre in città alta con ritrovo fissato alle ore 8:30, caccia che si terrà nella cornice della bellissima città alta nella quale squadre composte da 3 ragazzi dovranno suddividersi gli indizi per trovare i tesori nascosti in città alta, ed arrivare insieme all’esame finale.

Le prove consisteranno in domande che gli studenti dovranno superare per procedere fino al finale.

La Caccia ai tesori di Città Alta è organizzata specificatamente per gli studenti bergamaschi che frequentano gli Istituti Secondari  di 1° e 2° grado, i quali potranno iscrivere al massimo 6 squadre ciascuno. E’ prevista anche una prova per gli alunni disabili, ottima iniziativa anche questa.

Ragazzi di medie e superiori scorrazzeranno quindi per le strade di città alta cercando di arrivare per primi al tesoro finale, cimentandosi in quiz che potrebbero risultare tutto tranne che scontati e semplici.

Una bella iniziativa pensata per le scuole che vale la pena riportare perchè davvero degna di nota.

Grazie e ciao, SuperSic

ciao2.jpgAvrei voluto scrivere della Cavalcata delle Valli orobiche che ieri, domenica 23 ottobre, ha attraversato diversi paesi tra i quali il mio e della mia “sfortuna” nel trovarmi per circa 1 km a percorre in automobile la direzione opposta a quella delle moto, con diverse di loro che invadevano la mia corsia di marcia per superarsi.

Avrei voluto disquisire della stupidità di questi comportamenti, del loro rischio enorme, della inutilità di azioni simili che mettono poi in cattiva luce manifestazioni come questa.

Mi ritrovo invece a pensare con la morte nel cuore, restando sempre in tema di motociclismo, al povero Marco “Sic” Simoncelli ed alla sua tragica fine che ho appreso proprio in quei momenti in cui stavo in auto, con le moto della Cavalcata delle Valli orobiche che sfrecciavano nella corsia opposta alla mia.

Mi son ritrovato poi a vedere sbigottito e choccato le immagini ed i fotogrammi video della tragica fine di uno dei ragazzi più simpatici del campionato di MotoGP, una cascata di riccioli e simpatia che lo legavano a Bergamo grazie alla sua fidanzata bergamasca, Kate Freddi.

Le parole in questi momenti servono proprio a poco.
Un abbraccio sentito, col cuore aperto, va alla fidanzata Kate, al papà Paolo, alla mamma, ed anche a lui, al Sic.

Grazie per le tante emozioni in gara, per la sua simpatia, per la sua spontaneità, per essersi legato alla nostra provincia tramite la sua fidanzata Kate.

Grazie e ciao, SuperSic!

 

 

(foto presa da http://www.58marcosimoncelli.it/ciao2.jpg)

Festivalettura, promuovere la lettura tra giovani e adulti

libri-per-bambini.jpg&h=300&w=630&zc=1&q=100Mi piace segnalare la bella iniziativa culturale messa in campo dal Sistema bibliotecario intercomunale dell’Area di Dalmine che comincia proprio venerdì 21 ottobre alle ore 18:30.

Si tratta di Festivalettura. Autori e libri nella media pianura bergamasca ovvero un festival della lettura e dei libri con la partecipazione di diversi scrittori di fama nazionale (Massimo Picozzi, Erri De Luca, Andrea Pinketts tanto per citarne alcuni), laboratori, film, letture e anche le oramai classiche cene con delitto.
Il genere sul quale si soffermerà il festival in questa sua prima edizioe sarà il giallo, uno dei generi più comuni e più seguiti dai lettori.

Alla manifestazione organizzta dal Sistema Bibliotecario di Dalmine hanno aderito ben 21 comuni e questa è una bellissima notizia perchè vedere così tanti comuni partecipare ad una prima edizione di un festival culturale in tempi di crisi come quelli attuali è davvero una bella notizia, il segno che la cultura “tira” sempre.

Ulteriori informazioni sugli eventi che compongono il festival sono visibili sul sito del Sistema bibliotecario intercomunale dell’Area di Dalmine.

 

(foto presa da http://www.love-luxury.com/wp-content/themes/duotive-three/includes/timthumb.php?src=/wp-content/uploads/2011/08/libri-per-bambini.jpg&h=300&w=630&zc=1&q=100)

Censimento ISTAT: ma è proprio così complicato?

Istat_Censimento_QuestionariR400.jpgQuanti di voi si sono già cimentati nella compilazione del questionario legato al censimento ISTAT?

Io ho provato prima a compilarlo online, ma accedere al sito internet dell’ISTAT si è rivelata una impresa perciò ho ripiegato sulla classica versione cartacea, per accorciare i tempi e rendere più semplice la compilazione.

Il questionario in sè non richiede chissà quali capacità e nemmeno tantissimo tempo, anche se chi ha una famiglia numerosa un’ora almeno la deve mettere in conto per completare la compilazione delle diverse domande: quando sei nato, dove vivi, cosa fai, quanto tempo impieghi per andare al lavoro, che tipo di contratto lavorativo hai, e domande più vicine ai nostri tempi come quella che chiede se si possiede un impianto fotovoltaico.

Mancano a mio avviso domande legate alla vita sociale, al possesso di apparecchi entrati nell’uso comune come PC, telefono/smartphone, l’uso di internet, ma forse con quelle domande si sarebbe entrati un pò troppo nel dettaglio.

Compilare il questionario è un must per le famiglie residenti sul territorio nazionale, non farlo rischia di rivelarsi un danno economico con una multa che arriva fino a 2.000 euro.
In prima istanza si viene sollecitati dai rilevatori a completare il questionario ma se anche a fronte di un sollecito il questionario non viene compilato e consegnato nei punti di raccolta segnalati… allora la multa è più di una ipotesi.

Sarà curioso vedere che immagine ne uscirà dal nostro paese: capire quanti sono gli immigrati, quanti i figli di immigrati che sono italiani di prima generazione, capire in media quanti km fanno gli italiani per recarsi sul posto di lavoro e con quali mezzi, quanti si dichiarano disoccupati… insomma, una buona occasione per fare il punto.

Una occasione anche piuttosto costosa per le casse dello Stato visto che tutta questa operazione costerà qualche centinaio di milioni di euro, che di questi tempi non è un investimento di poco riguardo.

Ricordatevi allora di compilare il questionario, per i risultati ci si rivede l’anno prossimo!

La FoppaPedretti parte col piede giusto

nobiltarossoblu-300x200.jpgLa stagione della mitica Foppapedretti è cominciato così come s’era conclusa qualche mese addietro: vincendo!

2 partite e 2 vittorie, testa provvisoria della classifica e soprattutto una certezza: le ragazze della Foppa hanno ancora fame, nonostante i successi della scorsa stagione e degli ultimi, fantastici anni.

Un gruppo vincente che agli ordini di mr Mazzanti continua a giocare ad alti livelli senza pause, dando sempre l’impressione di avere qualcosa in più delle avversarie e, quando questo qualcosa sembra non esserci, ecco entrare in ballo l’orgolio e la classe delle tantissime campionesse che giocano in squadra, su tutte quelle che hanno costruito il ciclo vincente di questi ultimi anni.

L’unico “neo”, se così lo si può chiamare, non dipende direttamente dalle ragazze rossoblu, ed è il palazzetto nel quale anche quest’anno si trovano “costrette” ad esibirsi.
Su questo blog ho diverse volte sostenuto che le ragazze della Foppapedretti si meritino un palazzetto dello sport alla loro altezza, ovvero moderno e funzionale, e con loro se lo meritano i bergamaschi ed i tantissimi tifosi ed appassionati di questo bellissimo sport.

Sembra che finalmente qualcosa si stia muovendo tant’è che nelle prossimi settimane ci si aspetta la presentazione di un progetto per il nuovo palazzetto dello sport, assieme a quello del nuovo stadio di calcio.

Se lo meritano le campionesse rossoblu ma se lo meritano tutti i tifosi, nella speranza che i successi continuino ad arrivare anche nel nuovo impianto. Forse, quella dei successi ad oggi è l’unica, vera certezza!

Festa del volontariato a Seriate

1952149589.jpgPoter vantare una media di 1 cittadino su 8 come volontario in una delle 107 associazioni operative sul territorio comunale non è un dato da poco.

Con questi numeri si apre oggi la festa del Volontariato a Seriate, dove i cittadini che si operano in associazioni sono tantissimi (1 su 8, appunto) e quindi il tema del volontariato si può ben dire che sia particolarmente vissuto e sentito nella cittadinanza.

Si tratta di una 3 giorni intensa, articolata su laboratori, stand, teatro, musica, incontri e soprattutto tanta voglia di stare insieme e di fare rete.
Il simbolo scelto per quest’anno è l’aquilone, un oggetto che rappresenta la libertà di muoversi, sospinto dal vento e spesso ricco di colori vivi e sgargianti.

La festa del volontariato comincia venerdì 14 ottobre alle ore 19:00 con il doveroso saluto dell’Amministrazione comunale, particolarmente attenta alle forme di associativismo presenti sul territorio, e poi prosegue sabato e domenica con visite guidate agli stand, con un bello spettacolo rivolto alle famiglie alle 17:00 di sabato 15 dal titolo “Viaggiando s’impara” e domenica, dopo la Santa Messa del mattino, nel pomeriggio si terrann alcuni laboratori e dimostrazioni delle Associazioni e l’immancabile Castagnata in compagnia.

Una 3 giorni intensa, da vivere col cuore aperto ed il sorriso rivolto a tutti quelli che parteciperanno ad un evento bello e ricco di valori e significato come questo.

Millegradini per correre a Bergamo Alta

Nell’ambito delle tante iniziative legate alla manifestazione Settimana europea della mobilità ce n’è una di sicuro interesse e, perchè no, tanto curiosa quanto simpatica.

Si tratta della Millegradini, ovvero di una corsa su 3 livelli di difficoltà pensata e realizzata dall’Oratorio del Seminarino di città alta assieme all’Unione ex-alunni e amici del Seminarino.
Il nome Millegradini deriva dal fatto che ogni percorso conta circa 1000 gradini, un richiamo quanto mai azzeccato ai 1000 di Garibaldi nell’anno del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.

Millegradini è un modo nuovo, simpatico e curioso per conoscere città alta ma soprattutto alcuni vicoli, strade, borghi e, naturalmente, scalinate che caratterizzano la nostra bellissima città alta.
Percorsi ai più sconosciuti ma ricchi di fascino, interesse, strade che aprono a panorami insoliti e sicuramente belli tanto quanto il nostro borgo antico.

La Millegradini va in scena domenica 16 ottobre e si articola su 3 percorsi che si differenziano per gradi di difficoltà: il percorso rosso è a tutti gli effetti una vera e propria corsa agonistica dall’alto tasso tecnico e si snoda sui gradini delle scalette di comunicazione fra Berghem de sura e Berghem de sota. 🙂
Il secondo percorso, quello caratterizzato dal colore bianco, è di livello amatoriale mentre il percorso verde è più turistico.

Per iscriversi alla gare e visionare i 3 percorsi basta andare sul sito ufficiale della manifestazione.

Original is Better: film in lingua originale

Programs_Production_IHS_MFA_film_reels-anteprima-400x300-448224.jpgMi piace segnalare la rassegna Original is Better, la rassegna di film in lingua originale che si terrà da ottobre 2011 a marzo 2012 presso il Cinema Conca Verde di Via Mattioli 65 a Longuelo.

Tanti film di sicuro interesse per un appuntamento imperdibile per gli amanti dei film in lingua originale, un’occasione unica per gustarsi i film nella loro purezza, liberi da traduzioni, sottotitoli e rimaneggiamenti che spesso impoveriscono – o addirittura rovinano – capolavori e anche semplici film.

Gli appuntamenti non sono tantissimi, 5, ma i film portati sul grande schermo sono pellicole che hanno riscosso successi di pubblico e critica, ognuno in ambiti e su fasce di pubblico diverse.

Giovedì 6 ottobre è andato in scena THE KING’S SPEECH, ovvero IL DISCORSO DEL RE di Tom Hooper, mentre a Novembre – il 3 – sarà il turno di TAMARA DREWE, TRADIMENTI ALL’INGLESE di Stephen Frears.

Il giorno primo DICEMBRE un grandissimo film amato sia dai ragazzini che dai loro genitori: HARRY POTTER AND THE DEATHLY HALLOWS: PART II, alias HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE (PARTE II), mentre il 2 FEBBRAIO 2012 è il turno di ROUTE IRISH, tradotto ne L’ALTRA VERITÀ, del regista Ken Loach.

Iltimo film – ma solo in ordine temporale – è BURKE AND HARE, o LADRI DI CADAVERI di John Landis, in scena il giorno 1 MARZO 2012.

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito della SAS.