Forza mister Mondonico, siamo con te!

mondonico.jpgLa notizia ha sicuramente fatto rumore e colpito al cuore i bergamaschi, che siano tifosi dell’Atalanta, dell’Albinoleffe o di altre squadre.

Sabato 29 gennaio il canale sportivo di Sky ha annunciato che Mondonico aveva lasciato la panchina della squadra seriana per gravi motivi di salute.
Un fulmine a ciel sereno che ha lasciato tutti spiazzati e costernati, perchè l’Albinoleffe (ed il calcio) senza Mondonico sono 2 concetti che non vanno molto d’accordo.

Le cronache ci dicono che da qualche tempo il mister accusasse qualche problema di salute e recenti esami l’abbiano indotto ad abbandonare temporaneamente la scena calcistica per dedicarsi, giustamente, alla propria salute.

Non vogliamo entrare nei dettagli personali della malattia di Mondonico, vogliamo però dare il nostro appoggio a Mondonico e fargli sapere che siamo tutti con lui.

Si riprenda bene e presto mister, tutta Bergamo l’aspetta più forte e battagliero di sempre!

 

Rally sul ghiaccio a Valbondione

monte_09_01.jpgUna grandissima prima assoluta si terrà nel week-end in alta Val Seriana, per la precisione a Valbondione: si tratta del primo trofeo automobilistico su ghiaccio Promoserio, che si terrà sulla bellissima pista dell’autodromo del ghiaccio del paese.

Una pista che qualche giorno addietro è stata provata con grande piacere dal campione del mondo di F1 Jacques Villeneuve, e che è una delle pochissime presenti su tutto il territorio nazionale.

Le prove e le gare si terranno sabato 29 e domenica 31 gennaio, e lo spettacolo, considerata la particolarità della pista e delle gare, è sicuramente assicurato.

La gara tra l’altro è prova ufficiale del campionato italiano velocità su ghiaccio 2011, quindi una prova ufficiale a tutti gli effetti e non solo una “demo” a sè stante.

Appuntamento allora per le 16 di sabato pomeriggio per le verifiche tecniche e poi domenica si parte alle 8 di mattina per le qualifiche e le gare ufficiali.
Per tutti gli appassionati, un appuntamento sicuramente imperdibile!

Family Card a Bergamo. E in provincia???

family+card+2010.bmpLa bella notizia è che anche quest’anno le famiglie numerose di Bergamo, dove numerose sta ad indicare le famiglie con almeno 3 figli, potranno usufruire degli sconti e delle agevolazioni incluse nella Family Card, la carta che da accesso a sconti all’acquisto di beni di prima necessità, e non solo.

Saranno ben 1850 i nuclei familiari residenti in città che ne potranno usufruire: si va dagli sconti per l’acquisto di carne nelle macellerie convenzionate all’acquisto dei libri, sempre nelle librerie che hanno aderito all’iniziativa.
Ma anche acquisti in supermercati, da ottici e dentisti, panifici e farmacie, impianti sportivi e teatrali, acconciatori e gioiellerie. Sì, anche gioiellerie!

Bene.
Anzi no.

E i nuclei numerosi della provincia?
Beh, quelli stanno a guardare perchè non risiedono in città ma magari solo a poche centinaia di metri o pochi chilometri dal perimetro cittadino, ma evidentemente per loro la vita non è così cara come per le famiglie residente in città.

Fa veramente rabbia vedere che questi aiuti vengono concessi solo ad un numero molto ristretto e limitato e ben definito di famiglie, e molte altre ne vengono escluse.

Non si poteva fare rete e coinvolgere la Provincia di Bergamo per estendere la Family Card anche oltre i confini cittadini?

Peccato, perchè sono queste le politiche familiari che contano e che vengono invocate da diverse parti da tempo, e quando finalmente sembra che queste siano arrivate… si scopre che invece sono limitate ad un numero esiguo di famiglie numerose.

Vedremo se nelle prossime settimane qualcosa di simile verrà attuato. Io ne dubito.

 

Bellezze bergamasche nella top 100 del FAI

DSCN1632.jpgIl Parco del Brembo occupa il 22esimo posto, mentre la bellissima (parere personale) Val Vertova si trova soltanto 92esima, dopo anche l’ex-cementificio di Alzano (che sarà recuperato grazie ad un progetto da poco presentato) che si posiziona 73esimo.

Ma oltre a questi 3 bellissimi luoghi nella classifica redatta dal Fondo Ambiente Italiano (FAI) con le segnalazioni degli italiani ci sono altri 5 siti bergamaschi nei primi 100: l’isolotto di Ponte San Pietro, la sagrestia della Chiesa Arcipresbiteriale Plebana di Casnigo, Villa Mapelli, la Ciodera di Gandino e la tintoria degli Scarlati.

Segno che a Bergamo ed in bergamasca le bellezze sono numerose e di diversa natura: bellissimi luoghi naturali, manufatti industriali storici, opere di grandissima valenza artistica e storica.

Se penso che tra questi primo 100 luoghi non compaiono il villaggio Crespi o le cascate del Serio allora mi viene da pensare che siamo un territorio davvero ricco e fiorente di bellezze di ogni genere.
Basti pensare alla sola Città Alta, un vero e proprio museo a cielo aperto con le sue vie ed i suoi edifici impregnati di bellezza e di storia, una vera e propria poesia vivente.

Viviamo su di un bellissimo territorio ma tutta la nostra nazione è un luogo stupendo dove vivere, e forse noi bergamaschi ed italiani non lo abbiamo ancora capito appieno.

Sarebbe bello che questa notizia venisse messa ben in risalto dalla nostra provincia, stiamo a vedere.

Se volete vedere l’intera classifica, cliccate su questo link.

Albinoleffe, il miracolo è diventato realtà quotidiana

Emiliano-Mondonico-torna-allAlbinoleffe.jpgE’ tutto merito della sfuriata di Mister Mondonico avvenuta all’indomani del pareggio casalingo a reti bianche contro la Triestina il successo dei biancazzurri in casa del Livorno?

Non lo sapremo mai perchè nel calcio è difficile coniugare causa ed effetto ma sicuramente il mister biancazzurro in settimana deve essersi chiarito per bene con qualche giocatore perchè il successo in rimonta dell’Albinoleffe a Livorno, contro una squadra che lotta per salire in serie A, è stato sicuramente un colpo in grande stile.

Quest’anno la squadra seriana si trova a disputare un campionato un pò anomalo, a mio avviso.

Partita con la solita dichiarata intenzione di salvarsi puntando a lanciare nel grande calcio qualche giovane giocatore, ha via via dovuto far leva su giocatori non più giovanissimi per sopperire ad assenze legate ad infortuni o a cali di rendimento.
E così i vari Bombardini, Zenoni, Regonesi e altri ancora sono diventati sempre più importanti e fondamentali per il gioco di Mondonico ed i risultati non sono tardati ad arrivare, fino al recente successo di Livorno, cercato e voluto perchè ottenuto in rimonta contro una squadra che occupa i piani alti della classifica cadetta.

Anche quest’anno la squadra seriana non sta deludendo le attese e c’è da scommettere che anche questo campionato ci riserverà, da qui a Giugno, ulteriori piacevoli sorprese.

Sarebbe poi bello vedere esplodere qualche altro giovane, magari uno degli attaccanti o il tenace Previtali, o il bravissimo numero 1 Tomasig che a Livorno ha sfoderato parate portentose, degno erede di un certo Marchetti.

Tutti uniti a tifare Albinoleffe in quello che è l’ennesimo grande campionato di serie B giocato da questa bellissima squadra bergamasca.

 

Napolitano a Bergamo per i 150 anni dell’Unita d’Italia

giorgio-napolitano-in-corea-del-sud.jpgNell’ambito delle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, il giorno mercoledì 2 febbraio 2011 arriverà nella nostra città il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

La visita ufficiale è stata ufficializzata in risposta all’invito fatto al capo dello Stato da parte del sindaco di Bergamo Franco Tentorio e dal presidente della Provincia Ettore Pirovano.

Il 2 febbraio diventa quindi una data molto importante per la nostra città.
La visita del presidente della Repubblica da ancor più lustro alla nostra città per quel che riguarda il peso che Bergamo ed i bergamaschi ebbero 150 anni fa nell’opera di costruzione dell’unità nazionale, checchè ne dicano e pensino alcune forze politiche non propense a festeggiare questa importantissima ricorrenza.

Bergamo è la Città dei Mille e Napolitano porta con la sua visita un riconoscimento ufficiale prestigioso ed importante per tutta la città e la provincia.

Inoltre quella dell’attuale presidente della Repubblica italiana è la sua prima visita ufficiale a Bergamo in qualità di capo dello Stato e va ad aggiornare l’ultima visita di un capo dello Stato, risalente all’ormai lontano 2003 quando a venire a Bergamo fu l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Auguriamoci che sia una giornata di gioia, rispetto e orgoglio nazionale vero e proprio, e che non si verifichino incidenti di qualsiasi natura, politica e ideologica su tutte.

We Will Rock You: a Bergamo arriva il musical dei Queen!

Grandissimo appuntamento per tutti gli amanti dei Queen, la mitica rock-band degli anni ’70 e ’80 che aveva come cantante il grandissimo Freddie Mercury, una delle voci più belle di ogni epoca.

Al Creberg Teatro di Bergamo arriva infatti il musical We Will Rock You, che dopo il grandissimo successo nazionale ed internazionale dello scorso anno riparte per la sua seconda edizione e tocca, tra le altre, la nostra città.

L’occasione per rivivere la storia di questa storica ed indimenticata band attraverso alcune tra le loro tante belle canzoni, incastonate in un musical realizzato con grande maestria ed arte, senza lasciar nulla al caso.

Conosco alcune persone che hanno potuto vedere lo spettacolo lo scorso anno ed il loro feedback è stato semplicemente entusiasta, vuoi per la bravura degli attori vuoi per il fatto che tutte le canzoni vengono suonate dal vivo con grandissima bravura.

We Will Rock You sarà al Creberg Teatro dal 20 al 23 gennaio e per comprare un posto bisogna affrettarsi altrimenti il rischio è davvero quello di restar fuori e perdere un’occasione più unica che rara.
Consigliamo di visitare il sito ufficiale del Creberg Teatro per reperire ulteriori informazioni.

Se poi assisterete al musical e vorrete farcene partecipi con un vostro commento… sarà più che benvenuto!!!

Ligubue in concerto a Bergamo. O no?

ligabue.jpgIl 16 febbraio il grande Luciano Ligabue suonerà dal vivo al Creberg Teatro di Bergamo, un evento di grandissimo rilievo per tutta la nostra provincia, i biglietti dello spettacolo sono già andati tutti esauriti a dimostrazione dell’attesa spasmodica di vedere in città un artista della levatura di Ligabue.

Anzi no, Ligabue non suonerà a Bergamo, cancelliamo quanto scritto precedentemente.

Ma… dove sta la verità?
In questi giorni si sono rincorse le voci di un concerto di Ligabue al Creberg Teatro ed effettivamente i biglietti sono già stati messi in vendita, peccato che a quanto pare il Creberg non sia ancora stato ufficialmente “affittato” per il concerto del grande Liga.

Sembrerebbe un problema burocratico, di tempistiche: la data richiesta dai promoter di Ligabue, il 16 febbraio, era effettivamente libera quindi non ci si aspettava nessun problema nel portarvici Ligabue per suonare, purtroppo sembra che prima dell’arrivo della conferma dalla prenotazione qualcuno abbia cominciato a vendere i biglietti, causando quindi i dubbi e le voci che in questi giorni si sono succedute, lasciando nello sconcerto i fans che hanno già preso il biglietto.

Alla fine l’impressione è che il concerto si farà, anche perchè il Liga merita di andare oltre qualche intoppo organizzativo e Bergamo stessa si merita un cantante della statura di Ligabue.
Una serata da ricordare… per la musica, ma anche per questo strano contrattempo!

20 anni dalla scomparsa di Giacomo Manzù

0902031704__343813_Inge_e_Man_6554677_medium.jpgIl 17 gennaio ricorre il ventennale della morte di un grandissimo artista bergamasco, lo scultore Giacomo Manzù.

Manzù (“traduzione” bergamasca del suo vero cognome, Manzoni) nasce infatti a Bergamo nel lontano 1908 e mostra fin da giovane di possedere un talento innato per l’arte, soprattutto quella scultorea.

Stilare qui una sua breve biografia è cosa impossibile perchè davvero tante sono state le esperienze e le onoreficenze ricevute in vita dal Manzù.
Leggendo della sua vita colpisce soprattutto il legame con un’altro grandissimo personaggio bergamasco del secolo scorso, Papa Giovanni XXIII.

Il Papa buono fu il committente, tra le altre opere, della modifica al tema originario della Porta di San Pietro ne La Porta della Morte.
Altre opere furono commissionate da Papa Giovanni XXIII al Manzù, tra queste il simbolo dello storico Concilio Vaticano II voluto proprio da Papa Giovanni XXIII.

Manzù fu anche l’autore della porta centrale del Duomo di Salisburgo e della porta di bronzo per la Chiesa di San Laurenz a Rotterdam, e a lui fu riservata una sala personale alla XXVIII Biennale di Venezia del 1956.

Un grande artista amato in vita e apprezzato ancora oggi, a distanza di 20 anni dalla sua scomparsa il giorno 17 gennaio del 1991.

Bergamo deve tanto a questo artista, forse poco conosciuto tra i suoi concittadini, sicuramente meriterebbe maggior attenzione soprattutto tra i giovani, tra gli amanti dell’arte.

 

 

Libro in festa alla Fiera del Libro dell’Isola Bergamasca

Comincia sabato 15 gennaio 2011 la quinta edizione della Fiera del Libro dell’Isola Bergamasca che si terrà a Calusco d’Adda dal titolo “Dalla stampa di Gutenberg all’iPad”.

Un titolo emblematico dell’ambito in cui la fiera si posiziona, ovvero con una copertura totale su quella che è la storia e l’evoluzione del libro dalla sua nascita, con la stampa della prima copia della Bibbia da parte di Gutenberg, fino ai giorni nostri, nell’epoca dell’iPad.

Tantissimi gli appuntamenti che si svolgeranno durante i 9 giorni della manifestazione, da sabato 15 fino a domenica 23 gennaio.

Ci saranno diversi incontri con alcuni scrittori tra i quali citiamo il critico d’arte Vittorio Sgarbi, il comico Enrico Beruschi e lo scrittore Andrea Vitali, ma vi saranno soprattutto tantissimi appuntamenti volti a coinvolgere i lettori di domani, ovvero i bambini ed i ragazzi.

Sono davvero tanti gli appuntamenti preparati per loro, dai laboratori creativi a quelli di animazioni agli spettacoli di burattini, per tutte le classi e le età.

La manifestazione si svolgerà a Calusco d’Adda e per una ulteriore informazione su quelli che sono i vari appuntamenti in programma consigliamo di visionare la locandina della manifestazione o la lista degli spettacoli e degli eventi dedicati ai bambini.