Una leonessa nei campi bergamaschi

leonessa.jpgDavvero una leonessa si aggira nei campi della bassa bergamasca tra Romano di Lombardia e Covo?

Quando ho letto la notizia sul sito di Repubblica sono trasalito: ma che ci fa una leonessa libera di scorazzare nei campi bergamaschi? Leoni e leonesse non sono animali tipici della fauna locale, quindi verrebbe da pensare che il felino o è fuggito da uno zoo che si trova nei paraggi – magari nemmeno troppo nelle vicinanze – oppure è scappato o è stato liberato da qualche privato, per qualche motivo sconosciuto.

Certo concedersi una bella passaggiata nella zona che adesso è oggetto delle ricerche non potrebbe più essere una bella idea: imbattersi in un felino carnivoro, magari affamato e spaurito, come una leonessa non deve essere una bella esperienza per nessuno.

Personalmente non so se sperare che la storia si risolva in una bufala di fine estate o con il ritrovamento della bestia: trovarla vorrebbe dire che in un qualche modo l’animale è fuggito dal suo proprietario e questo non è sicuramente un bel segnale in termini di sicurezza. Ma non trovarla lascerebbe il dubbio in tanti per molto tempo, quindi… cosa è meglio?

Mi sembra di risentire la notizia di qualche settimana fa, quando sulle colline fiorentine alcune persone si imbatterono in una pantera, che però a tuttoggi non è ancora stata trovata.

Monitoriamo la situazione nei prossimi giorni e… auguriamoci che tutto si risolva in bene.

 

(foto presa da http://squit.ch/LEONI/Leonessa.jpg)

La Tessera del Tifoso scatena gli ultras

tessera del tifoso.jpgLa brutta serata inscenata da alcuni ultras atalantini alla Berghem Fest di Alzano Lombardo in occasione del discorso del Ministro leghista Roberto Maroni ha purtroppo rovinato il bell’inizio di campionato della squadra atalantina e l’entusiasmo dei tantissimi tifosi ed appassionati che la sostengono e la seguono.

I fatti sono noti: circa 500 persone (ma qualcuno sostiene non fossero più di 200) hanno cercato di entrare alla festa per parlare col ministro, e quando si son visti respingere dalle forze dell’ordine hanno scatenato il finimondo lanciando fumogeni ed incendiano alcune automobili parcheggiate nelle vicinanze.

Bruttissime scene, soprattutto se si pensa alle tante famiglie ed ai tanti bambini presenti alla festa. Questi ultimi sicuramente faranno fatica a capire come possano combinare fatti simili quelli che si dichiarano tifosi della nostra Dea.
Loro, i bambini, si divertono correndo innocentemente dietro ad una palla immedesimandosi nei loro idoli: Doni, Bellini, Ardemagni, il Tir.
Come mai i grandi si scatenano in quel modo di fronte ad un tema calcistico, quello della Tessera del Tifoso, che inevitabilmente è stata introdotta proprio per cercare di riportare un minimo di ordine e di decenza nei nostri poveri stadi?

Certo la Tessera del tifoso da fastidio, è limitante e scocciante però serve, e il fatto che tutte le tifoserie italiane la contestino mi insinua il dubbio che a qualcosa serva davvero…

Adesso auguriamoci che il clima attorno al già tanto tartassato mondo del pallone si calmi.
A niente serve andare muro contro muro, cercare lo scontro ad ogni costo: i veri tifosi lo sanno e questa è la loro, ennesima, grande occasione per riappropriarsi delle curve e degli stadi.

Bergamo, e con essa tutta l’Italia, non si merita queste scene e non è degna di certi spettacoli. Che col calcio, quello giocato, poi, non c’entrano proprio nulla.

 

(foto presa da http://www.euronews.net/wires/ansa/images/1199148a2161c626113e6475c3949af6.jpg)

Concerti e spettacoli nell’Isola Folk 2010

isolafolk.jpgComincia giovedì 26 agosto a Paladina l’edizione 2010 dell’Isola Folk, il tradizionale ed originale appuntamento musicale e artistico che si tiene ogni anno, sul finire dell’estate, nell’isola bergamasca.

Partito anni fa con l’obiettivo di ricreare le atmosfere del Festival “Lutherie Dancerie Met Musik” di Lautenbach in Alsazia al quale parteciparono alcuni degli ideatori dell’Isola Folk, la manifestazione ha assunto nel corso degli anni una importante ed una risonanza sempre maggiore, testimoniata dalle migliaia di persone che ogni anno partecipano ai vari spettacoli in programma nei paesi ospitanti.

Isola Folk è essenzialmente un’incontro tra amanti della musica, dell’arte, della danza, dello spettacolo, un’incontro tra amici che si perpetua nel corso degli anni con concerti, esposizioni, manifestazioni artistiche, danze, canti, incontri.

Sono davvero tantissimi gli eventi in programma e riportarli nel blog sarebbe difficile, ragion per cui vi rimando al sito ufficiale di Isola Folk dandovi solo un breve assaggio delle date e dei luoghi nei quali si terranno tutti gli eventi:

Isolafolk nell’isola

giovedì 26 Agosto – Paladina
venerdì 27 Agosto – Bottanuco
sabato 28 Agosto – Calusco d’Adda
mercoledì 31 Agosto – Almenno San Bartolomeo
mercoledì 1 Settembre – Madone

IsolaFolk XX edizione

venerdì 3 Settembre – Solza
sabato 4 Settembre – Suisio
domenica 5 Settembre – Suisio

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/08/84594_414855_isolaisola_7691760_medium.jpg)

Le celebrazioni per la festività di Sant’Alessandro martire

alessandro.jpgSettimana intensa e particolare questa per via della imminente ricorrenza di Sant’Alessandro, il patrono della città di Bergamo.
Le celebrazioni religiose cominciano proprio lunedì 23 agosto con l’apertura del triduo di preparazione alle celebrazioni solenni del santo patrono di Bergamo.

Il clou è per giovedì 26 agosto, giorno in cui si ricorda Sant’Alessandro martire, con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Bergamo Monsignor Beschi, alla sua prima celebrazione del patrono.

La festa è di carattere puramente religioso e nei 3 giorni del triduo di preparazione si terrà una messa alle ore 18:00 mentre alle 20:30 si terrà la recita dei vespri presieduta dal vescovo di Bergamo.

Sant’Alessandro è un soldato martire che venne decapitato a causa del suo rifiuto di convertirsi alla fede pagana. La leggenda vuole che venne martirizzato nel luogo dove tuttora sorge la colonna all’esterno della basilica di Sant’Alessandro in Colonna, e che il suo corpo venne trasferito in città alta dalla nobile matrona Grata per essere sepolto laddove originariamente sorgeva la basilica a lui dedicata, basilica che venne poi completamente distrutta con la costruzione delle mura venete.

Auguri a tutti gli Alessandro e Alessandra!

 

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2009/06/71878_388845_DSCI0034_2_7281367_medium.jpg)

Notti di Luce illumina Bergamo

nottidiluce.jpgDal 26 agosto al 5 settembre si tiene l’edizione 2010 della manifestazione Notti di Luce, la dodicesima, promossa dalla Camera di commercio di Bergamo.
Un programma ricco di ben 23 appuntamenti in diverse località di Bergamo bassa e Città Alta: strade, parchi, il Sentierone e la bellissima Piazza Vecchia, il Teatro Sociale in città alta ma anche la Basilica di Santa Maria Maggiore.

La protagonista di questo festival è come sempre la luce, in tutte le sue eccezioni: luce che illumina, che riscalda, che meraviglia, che comunica ed interroga.

Verranno illuminate facciate di palazzi, monumenti, verranno creati giochi di luce su fontane e sorgenti d’acqua, verranno proiettate immagini della Bergamo di oggi e di ieri, verrà data vita ad alcuni capolavori del Lotto in Santa Maria Maggiore, verrà esplorato il mondo del 3D che tanto ha preso piede negli ultimi mesi nei nostri cinema.

Particolare importanza avrà la rievocazione storica della passione di Sant’Alessandro nella ricorrenza della sua festa, che è anche festa dell’intera città.

Non mancheranno momenti di divertimento e di intrattenimento anche per i più piccini, grazie a 3 spettacoli di magia.

Inoltre i concerti dell’1 e 2 settembre saranno a pagamento perchè il ricavato verrà devoluto alla Mensa dei Poveri dei Frati Cappuccini di Bergamo.

Una manifestazione di sicuro interesse che punta a ridabire il successo riscontrato finora nelle passate edizioni, e visto il programma c’è da scommettere che non sarà difficile centrare l’obiettivo.

 

(foto presa da http://www.bergamosera.com/cms/wp-content/uploads/2009/11/bergamo24.gif)

Rimossa la pista ciclabile cittadina di Viale Giulio Cesare

pista ciclabile.jpgCon un tempismo che a tanti ha fatto storcere il naso (e non può essere che così) è stata rimossa la pista ciclabile cittadina di Viale Giulio Cesare a causa di “problemi tecnici” legati a delle presunte code che si sarebbero formate al semaforo laddove terminava la pista ciclabile.

Una decisione alquanto strana e controcorrente quella della giunta del sindaco Tentorio perchè tutte le città d’Italia e d’Europa cercano con grandi sforzi di creare ed incentivare sempre più la mobilità sostenibile, quella che non crea inquinamento atmosferico con l’utilizzo della bicicletta per muoversi in città, e da noi invece si rimuove una delle poche piste ciclabili presenti in città.

Tra un paio di mesi ci troveremo probabilmente a discutere dell’inquinamento atmosferico cittadino oltre i limiti consentiti per legge e… come conciliare le future mosse per contrastarlo con la rimozione di una pista ciclabile, che non inquina ma anzi incentiva la gente ad utilizzare laddove possibile l’utilizzo delle biciclette?

Una decisione davvero sconcertante, che non mette in buona luce la giunta comunale attuale e che appare ancor più strana se collegata al fatto che sta prendendo forma il progetto “Tram & Bike” con l’arrivo di 200.000 euro di finanziamenti dallo Stato per realizzare, nei prossimi 24 mesi, sistemi di mobilità che integrino il sistema tramviario con quello del bike sharing cittadino.

E per aiutare questo progetto si rimuove la pista ciclabile di Viale Giulio Cesare?
Mah, lo sconcerto è sempre maggiore, davvero non si trova un senso logico in questo modo di fare quanto piuttosto un procedere a strappi, prendendo decisioni all’apparenza contraddittorie tra di loro.

 

(foto presa da http://www.pellestrinaweb.com/blogImmagini/pista_ciclabile.jpg)

Alla festa della Birra di Trescore suonano i RATS, ma non solo!

birratrescore.jpgCi sono pochi appuntamenti imperdibili ogni estate in quel di Bergamo e provincia per il sottoscritto (anche se negli ultimi anni è dura tenergli fede…ndr), di quelli musicali su tutti per me c’è la storica Festa della Birra di Trescore, un evento che ogni anno porta a Bergamo cantanti e band di grandissimo spessore nazionale.

Quest’anno il cast è ricco, per me lo è particolarmente perchè tornerà a suonare in bergamasca un gruppo rock di grande impatto e di discreto successo nei primi anni ’90: parlo dei Rats, il gruppo capitanato da Romi Ferretti che si è recentemente ricompattato e sta riproponendo in giro per l’Italia i suoi più grandi successi, da Chiara a Indiani Padani, da Wally a Fuoritempo (scritta da Ligabue).

La loro presenza sul palco della Festa della Birra di Trescore è un bel colpo perchè tanti sono gli appassionati rocker che non vedevano l’ora di assistere nuovamente ad un concerto di questa bravissima rock-band: i Rats si esibiranno a Trescore nella serata del 21 agosto, una performance da non perdere!

Ma non di solo Rats vive la Festa della Birra di Trescore: quest’anno suoneranno e canteranno anche altri grandissimi artisti come Nina Zilli il 24 agosto, Giuliano Palma & The Bluebeaters il 25 agosto, Roy Paci & Aretuska il 23 agosto, tanto per stare sui più famosi.

Il programma della festa, che si terrà dal 19 al 29 di agosto a Trescore Balneario presso il “Parco le Stanze”, è davvero ricco di grandi appuntamenti con ottima musica e naturalmente della buonissima birra, maggiori dettagli li trovate sul sito ufficiale della festa.

 

(foto presa da http://www.festabirraemusica.it/images/logo_400.png)

Dove passare il ferragosto? A Monasterolo del castello!

monasterolo.jpgDove passare il week-end di Ferragosto se non si è/va al mare o in montagna?
Meglio cercare qualcosa in città o rivolgersi alle iniziative di uno dei paesi della provincia bergamasca?

Cercando su internet ho visto che le iniziative e le manifestazioni non mancano a Bergamo come in provincia: a Bergamo città si può andare a fare un giro in Borgo Santa Caterina addobbato a festa per le celebrazioni del 408esimo anniversario dell’apparizione della Beata Vergine (con stupendi fuochi d’artificio pianificati per martedì 17 agosto allo stadio comunale) oppure passare un ferragosto in compagnia delle streghe presso il Castello di San Vigilio in città alta.

In provincia in diversi paesi sono previste saghe, spettacoli, ritrovi, ed io proprio in provincia ho scelto di fermarmi a Monasterolo del Castello dove è in programma sabato 14 agosto il Mercatino di via Loj.

Il mercatino di Monasterolo, bellissimo paese che si affaccia sul lago d’Endine, si terrà lungo tutta la giornata della vigilia di ferragosto, sabato 14, e andandoci sarà possibile visitare bancarelle d’artigianato etnico ed artistico, quelle di vari hobby, quelle dei prodotti locali e del commercio equo e solidale.

Per i più piccoli ci saranno giochi e divertimenti, spettacoli di artisti di strada e tanta musica, ma il piatto forte del mercatino di via Loj è la rievocazione del fantasma della Dama Bianca, che verrà a visitare il borgo allo scoccare della mezzanotte… un’appuntamento che sicuramente attirerà la curiosità dei più piccini nonostante l’ora per loro un pò tarda.

Non mancheranno i punti di ristoro presso i quali degustare le delizie tipiche della cucina bergamasca: insomma, un ferragosto lontano dalla città in una località stupenda che, se il bel tempo darà una mano, non mancherà di stupire per la sua bellezza anche di notte.

 

(foto presa da http://www.inmilano.com/var/ezwebin_site/storage/images/eventi/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello/257663-1-ita-IT/mercatino-di-via-loj-monasterolo-del-castello_articleimage.jpg)

Borghi e burattini 2010

burattini.jpgBorghi e burattini 2010 è la rassegna estiva per bambini incentrata attorno al magico mondo dei burattini, una tradizione artistica che ha una lunga tradizione sul nostro territorio.
Numerosi gli appuntamenti in calendario dalla fine di luglio fino a settembre, quest’anno non solo in città ma anche in alcune località della provincia di Bergamo.

La rassegna Borghi e burattini 2010 viene organizzata come ogni anno dalla Fondazione Benedetto Ravasio e quest’anno gli spettacoli si terranno, oltre che nella splendida cornice di Piazza Vecchia in città alta nell’ambito della sezione chiamata “La Piazza dei Burattini“, anche in alcuni punti della provincia: Nembro, Leffe, Bonate Sotto, Grone, Monasterolo.
La rassegna prende così più ampio respiro e va ad abbracciare un territorio ancora più vasto, raggiungendo un pubblico sempre maggiore a dimostrazione del successo ottenuto grazie alla bontà degli spettacoli offerti nella rassegna.

Sicuro divertimento per i bambini ma anche un’ora piacevole di allegria e relax per gli adulti, questo assicurano gli spettacoli della rassegna.

Una lista completa degli spettacoli è disponibile sul portale dei Bambini a Bergamo, sempre aggiornatissimo in materia. Oppure si può visitare direttamente il sito della Fondazione Benedetto Ravasio.

(foto presa da http://webstorage.mediaon.it/media/2010/07/155110_534937_Senza_tito_9748998_medium.jpg)

Notte di San Lorenzo e Minimarcia a Selvino

minimarcia.jpgL’estate è sempre ricca di attività in quel di Selvino, la bella località turistica che sorge sull’altopiano che sovrasta la media valle seriana.

Nella settimana che ci porta a ferragosto sono ben 2 gli eventi di spicco dedicati in particolare alle famiglie ed ai bambini: la notte di San Lorenzo e la Minimarcia.

Mercoledì 10 agosto l’appuntamento è naturalmente in notturna, per assistere in compagnia al passaggio delle stelle cadenti.
Ritrovo alle ore 20:30 presso la piazza del comune e quindi alle 21:00 partenza per un giro nei parchi di Selvino: parco Vulcano, parco Rocolino e parco Osio saranno i palcoscenici che si popoleranno per una notte di magia, come quella di San Lorenzo.

Venerdì 13 agosto il clou dell’estate selvinese dedicata ai bambini, con l’ormai tradizionale Minimarcia che ogni anno richiama migliaia di persone da tutta la provincia e anche da fuori i confini della bergamasca.

La partenza è fissata per le ore 10:00 presso il parco Vulcano, dove i bambini iscritti riceveranno un palloncino.
Sarà possibile portare con sè il proprio animale (cane, gatto, coniglio…) e durante il percorso per Selvino ci saranno canti, balli, animazione, tanta musica e tanto divertimento e all’arrivo uno spuntino offerto a tutti i bambini partecipanti.

Quest’anno la madrina della manifestazione sarà la modella Fiammetta Cicogna, famosa per uno spot TIM, che non ho capito bene cosa ci azzecchi con la marcia dei bambini ma… ai papà farà sicuramente piacere vederla!!!

2 appuntamenti molto interessanti per la settimana di ferragosto, se siete in cerca di idee per voi ed i vostri bambini, potrebbero essere una buona idea, no?

Aggiornamento del 12 agosto: causa maltempo l’organizzazione ha rinviato la minimarcia a martedì 17 agosto, alla stessa ora prevista per venerdì 13.

(foto presa da http://www.comunediselvino.it/public/image/distretti%20commercio/minimarcia_di_gruppo.JPG)