Stravince la Lega, come da pronostico

seggi.jpgChi si aspettava un risultato clamoroso è rimasto deluso: già, ma c’era qualcuno che se lo aspettava un risultato di questo tipo, ovvero un insuccesso della Lega e del PDL a favore del PD?

Io penso che nemmeno i più ottimisti credevano in un clamoroso ribaltone e difatti Formigoni è stato rieletto per la quarta volta consecutiva a governatore della regione Lombardia.

Ma a Bergamo come è andata?
Beh, come nel resto della Lombardia, verrebbe da dire guardando i dati resi noti al termine delle operazioni di scrutinio.

Sia nei seggi della città che in quelli della provincia ha spopolato Formigoni, appoggiato da Lega e PDL: se in città è salito appena oltre il 52%, in provincia ha superato quota 61%, ben sopra le percentuali dei suoi rivali alla poltrona di Governatore.

Decisivo è stato l’appoggio della Lega, come evidenziato da tutti i media nazionali, segno che il partito Lumbard è quanto mai vivo e dinamicamente in moto nella bergamasca.
Particolare impressione ha suscitato l’exploit in Valle Imagna dove ha superato in diversi paesi il 60%!

Insomma, niente di nuovo sotto il sole e quindi avanti con un’altra reggenza di Formigoni, sperando che possa aiutare la nostra regione e la nostra città a muoversi agilmente verso un futuro migliore del presente attuale, contrassegnato da una crisi economica che continua a mordere come mai in passato.

 

(foto presa da http://www.la7.it/img/video/320X240/10912.jpg)

Troppo avanti con gli esami? L’Università te li annulla!

univ.jpgHa suscitato parecchio scalpore la lettera inviata nei giorni scorsi dalla dottoressa Paola Bernardi Locatelli, una giovane 24enne bergamasca in possesso di una laurea in Archeologia all’Università di Milano ed iscritta a Bergamo alla facolta di Giurisprudenza.

Cosa è successo di così rilevante?

Il fatto è che la dottoressa è avanti con gli esami, talmente avanti che riesce ad anticiparli rispetto alle lezioni semestrali e quindi l’Università annulla i suoi esami perchè troppo avanti col programma.
In noccioline: la dottoressa-studentessa non può dare un’esame prima di aver frequentato le lezioni.

Il fatto lascia un poco interdetti: da un lato abbiamo le ragioni di una studentessa modello, particolarmente impegnata e studiosa al punto da riuscire a dare tutti gli esami dell’anno in corso e addirittura capace di portarsi avanti rispetto al programma.
Dall’altro le istituzioni, che non le riconoscono questa “velocità” di studio e le annullano di fatto gli esami tenuti in anticipo.

Viene però da chiedersi in effetti che senso abbia dare un’esame ancor prima di aver assistito alle lezioni del professore che spiega la materia in questione.
Certo, se uno studente riesce ad anticipare l’esame rispetto al programma universitario allora significa che è in possesso di valori non comuni, ma d’altro canto uno studio così accanito non rischia forse di cadere nel nozionismo puro senza raccogliere i valori dati dal seguire le lezioni in aula?

Insomma, una questione sicuramente difficile da dirimere.
Nei prossimi giorni assisteremo sicuramente ad una evoluzione di questa faccenda, la curiosità è capire come verrà sbrogliata questa insolita matassa.

Vinceranno le ragioni delle istituzioni o quelle della brillante studentessa?
Oppure si raggiungerà anche in questo caso il classico compromesso all’italiana?

 

(foto presa da http://www.libertaepersona.org/public/libri.jpg)

La Giornata mondiale del Teatro a Bergamo

Sabato 27 marzo è una giornata importantissima per il teatro bergamasco ma soprattutto per quello nazionale, di tutta Italia: ricorre infatti la “GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO“.

A Bergamo, presso il teatro San Giorgio, il Teatro Prova, attivo da quasi 30 anni nella nostra città, ha organizzato una kermesse speciale alla quale parteciperanno altre compagnie teatrali locali nonchè alcuni gruppi musicali del territorio e alcune figure attive nell’ambito dello spettacolo.

L’obbiettivo è quello di celebrare questa giornata nel migliore dei modi, per promuovere la forma artistica del teatro sul territorio e suscitare l’interesse del pubblico e delle Istituzioni sull’importanza delle discipline delle arti e dello spettacolo.

La kermesse comincerà alle ore 21 e tra gli altri vi parteciperanno Bar-Atto, Osvaldo Ardenghi, il mitico ex-Timoria Enrico Ghedi, le compagnie teatrali Erbamil, Teatro Prova, Teatro Minimo, Teatro del Vento, Pandemonium Teatro.

Una giornata particolare e molto importante perchè è importante che il fuoco dell’arte arda sempre più, e che sempre più persone si avvicinino a questa forma artistica di grandissima tradizione, ben rappresentata sul nostro territorio da tante compagnie teatrali di altissimo livello che ogni anno offrono spettacoli di alto contenuto.

Albinoleffe, stagione discreta tra alti e bassi

albinoleffe.jpgUn campionato altalenante quello attuale dell’Albinoleffe: si potrebbe sintetizzare in questo modo la stagione corrente dei biancazzurri seriani attualmente guidati da mister Mondonico.

La stagione era cominciata con alla guida della squadra Mindo Madonna, chiamato a confermare la buona stagione precedente magari con un pensierino ai playoff per essere promossi in serie A.
Purtroppo la prima parte di stagione è stata fatale al mister, nonostante una buona partenza che aveva forse illuso molti sostenitori ed anche qualche critico locale.

Madonna è stato sollevato dalla guida della squadra ed al suo posto è arrivato Mondonico, tuttavia il campionato dei seriani non ha subito una virata così clamorosa come tanti si aspettavano.

La squadra sta disputanto una stagione discreta, coronata da una recente striscia record di 5 vittorie consecutive che avevano proiettato i biancazzurri in zona playoff, ambizione purtroppo subito allontanata da una miniserie negativa di 3 sconfitte consecutive.

La parte finale di stagione a cui è chiamato l’11 bergamasco punta tutto su una salvezza senza grossi patemi.
Le potenzialità affinchè ciò avvenga ci sono tutte, a patto che i giocatori restino concentrati a dovere e non si lascino distrarre dalle inevitabili voci di mercato che in questa stagione cominciano ad occupare le prime pagine dei giornali.

Il fatto che vi siano alcuni giocatori in scadenza di contratto (Cellini, Ruopolo) non può giovare alla squadra e forse qui bisogna fare un’appunto alla società, la quale ha in passato rifiutato la cessione dei 2 gioiellini dell’attacco salvo poi ritrovarseli a scadenza di contratto, col rischio concretissimo di vederli partire senza incassare un solo centesimo.
Un danno ingente per le casse dell’Albinoleffe che certi errori non può concederseli.

Vedremo che succederà nei prossimi mesi da questo punto di vista, intanto tifiamo affinchè i biancazzurri possano restare in serie B anche il prossimo anno e… magari concederci la possibilità di vedere un derby, anche se tutti noi ci auguriamo che questo non avvenga perchè la Dea si sarà salvata a sua volta, rimanendo quindi in serie A.

 

(foto presa da http://nuovosoldo.files.wordpress.com/2010/01/1700802_albinoleffe080308a.jpg)

Giornata Mondiale dell’Acqua, buone notizie da Bergamo

acqua.jpgSi celebra oggi la Giornata Mondiale dell’Acqua, una celebrazione quanto mai importante poichè attorno al bene primario rappresentato dall’acqua si stanno muovendo sempre maggiori interessi economici che nelle peggiori delle ipotesi delineano prospettive alquanto fosche in tutto il mondo.

La giornata mondiale dell’acqua è l’occasione buona per riflettere sull’uso che se ne fa oggi: troppi sprechi, troppi abusi, troppe persone ancora nel mondo muoiono di sete mentre altre eccedono nella disponibilità e nell’uso smodato di questo bene.

Alcune buone notizie riguardano la nostra provincia: l’acqua bergamasca è infatti una delle più buone d’Italia ed una delle più controllate.
Bere acqua dal rubinetto è quindi un’opzione tutt’altro che remota in città e provincia e questo utilizzo diminuisce direttamente la produzione di plastica necessaria alla commercializzazione dell’acqua in bottiglia.
Un modo diretto per aiutare l’ambiente quello di utilizzare l’acqua del rubinetto, un modus operandi che negli ultimi anni è stato sempre più abbandonato a beneficio dell’acquisto di acqua confezionata al supermercato.

Sempre in tema di controlli, in un convegno tenutosi a Bergamo negli scorsi giorni è stato sottolineato come l’acqua del rubinetto sia molto più controllata di quella venduta nelle bottiglie di plastica, quindi i dati che riportano una buona qualità dell’acqua del rubinetto rappresentato un’importante punto a favore della nostra acqua locale.

 

(foto presa da http://marcocobianchi.files.wordpress.com/2009/11/acqua.jpg)

Weekend a tutto Jazz a Bergamo

jazz.jpgPer gli amanti del jazz si apre un week-end da leccarsi i gomiti: una 3 giorni di jazz di primissimo piano in quel di Bergamo, nell’ambito della XXXII edizione di «Bergamo Jazz», rassegna che apre ufficialmente le porte alla primavera.

Una 3 giorni ricca di appuntamenti con musicisti di grande livello nazionale, tra i quali il “nostro” Gianluigi Trovesi.

La 3 giorni apre i battenti venerdì 19 marzo alle ore 18 con l’omaggio ad Ennio Morricone da parte della JW Orchestra Association diretta dal sassofonista Marco Gotti, all’Auditorium di Piazza della Libertà.
Si continua alle 21 con Richard Galliano e John Surman, in scena al Teatro Donizetti, e quindi con il pianista prediletto di Miles Davis, il quasi ottantenne Ahmad Jamal.
La chiusura della prima serata avverrà attorno a mezzanotte allo spazio Polaresco ad opera dello Spare Time Trio.

Sabato 20 marzo andranno in scena ancora John Surman alle ore 12 all’Ex Chiesa della Maddalena, quindi alle 16 all’Auditorium di Piazza Libertà un doppio concerto del trio Plug e del pianista Claudio Angeleri.
La serata comincerà alle 21 al Teatro Donizetti con il Moscow Art Trio, quindi proseguirà col quintetto di Enrico Rava per concludersi ancora allo spazio Polaresco attorno a mezzanotte col Dowtown Trio.

L’ultima giornata, domenica 21 marzo, vedrà in scena nella cornice di città alta una maratona di musica jazz di primissima qualità, con ben 6 formazioni che hanno partecipato alla selezione Uptown Jazz e con altri 6 gruppi formati da allievi di conservatori di diverse città italiane.

Alle 18 vedremo all’opera il nostro Gianluigi Trovesi con Enrico Rava, all’Auditorium Santa Caterina, poi la kermesse musicale si concluderà sempre attorno alla mezzanotte con il Dowtown Trio, ancora allo Spazio Polaresco.

Una 3 giorni quindi di grandissimo spessore, che vedrà sicuramente affluire amanti di musica jazz da tutta Italia e che sarà l’occasione buona anche per chi non la conosce di “assaggiarne” le note, le melodie, i “sapori” di questa nobile musica.

 

(foto presa da http://www.italiansinlux.com/wp-content/uploads/2009/03/jazz.jpg)

I redditi degli onorevoli made in Bergamo

La crisi morde, la crisi taglia i posti di lavoro, la crisi uccide aziende su aziende ma c’è un settore che non soffre mai, anzi sembra passare indenne e addirittura uscire rafforzato dalla crisi: il “lavoro” in questione (passatemi il termine) è quello del parlamentare.

Scorrendo gli imponibili dichiarati dai nostri parlamentari infatti si nota come molti di essi abbiano addirittura dichiarato un’imponibile maggiore per l’anno 2009, su tutti il premier Silvio Berlusconi che nel 2009 ha dichiarato qualcosa come 23.057.981 euro, quasi 8 milioni e mezzo in più dell’anno precedente.

Guardando ai redditi dichiarati dagli onorevoli bergamaschi troviamo in testa Giorgio Jannone del Pdl con quasi mezzo milione di euro, più staccati Di Pietro dell’Italia dei Valori con circa 194 mila euro e Savino Pezzotta con poco più di 193 mila euro.
E’ di 188 mila euro invece l’imponibile dichiarato da Roberto Calderoli della Lega.

Fa pensare il fatto che siano solo 2 i parlamentari bergamaschi che stanno sotto la soglia dei 100.000 euro: Sergio Piffari dell’Italia dei valori con quasi 95.000 euro e la senatrice Alessandra Gallone del PdL con 7.499 euro.

Altri bergamaschi: Roberto Castelli della Lega si attesta attorno ai 176 mila euro, Giacomo Stucchi della Lega è poco sotto i 166 mila euro, Mirko Tremaglia del Pdl è poco sopra i 148 mila euro mentre Ettore Pirovano della Lega dichiara 135.482 euro.

Che dire?
Dire che questi soldi sono tanti, troppi, e che sommati ai tanti sgravi e benefici legati ai ruoli di senatore e parlamentare danno una percezione di una casta di “eletti” può sembrare banale, ma in realtà è proprio così.

Intanto la crisi continua a colpire ogni giorno eliminando posti di lavoro, facendo chiudere aziende e mettendo in cassa-integrazione migliaia di lavoratori: sarebbe troppo chiedere un gesto di solidarietà ai nostri paperoni in parlamento?

Una lotteria per finanziare la scuola

lotteria.jpgQuando i soldi mancano, l’ingegno viene spesso in soccorso.
Ed in questo periodo i soldi vengono a mancare non solo dalle tasche dei singoli cittadini, ma anche in quello della scuola, che essendo gestita dallo Stato dovrebbe avere sempre dei fondi a disposizione ma invece così non va.

E mentre i nostri politici perdono tempo su decreti interpretativi, ricorsi e contro-ricordi, la nostra Scuola va sempre più in rovina.

A Casazza però si sono ingegnati: non avendo ancora ricevuto dallo Stato qualcosa come 220 mila euro di credito (soprattutto per anticipi sulle supplenze) a Casazza hanno pensato bene di arrangiarsi a racimolare qualche soldino.
Come?

Puntando su un prodotto che in Italia tira sempre di più: la lotteria a premi.
Ebbene, coinvolgendo aziende del territorio hanno racimolato 23 premi che verranno messi come premio di una lotteria per la quale sono già stati preparati ben 14.000 biglietti,

Un modo intelligente di arrangiarsi in questi tempi difficilissimi dove anche un baluardo della nostra cara Italia come la scuola di Stato risente pesantemente dei tagli implementati dai nostri governanti.

Aiutati che il ciel t’aiuta, ed a Casazza questo l’hanno messo in pratica con una bella idea: complimenti!!!

 

(foto presa da http://spoletojournal.files.wordpress.com/2008/09/lotteria.jpg)

La sfilata di mezza quaresima

carnevale.jpgTra le tante manifestazioni che si tengono a Bergamo nell’arco dell’anno ce n’è una che si distingue da tutte le altre: sto parlando della sfilata carnevalesca di mezza quaresima che ogni anno viene organizzata dal Ducato di piazza Pontida.

Quest’anno l’originale sfilata carnevalasca si tiene domenica 14 marzo.
Si parte con l’arrivo dei carri allegorici nei pressi del piazzale delle autolinee, carri che poi sfileranno lungo il percorso cittadino prestabilito dalle ore 15 in poi.
La partenza della sfilata avverrà da Viale Papa Giovanni XXIII, per concludersi poi in Piazza Pontida con il famoso “Rasgamént de la Egia“.

Che cos’è il “Rasgamént de la Egia”?

E’ la messa al rogo di una cosa che durante l’anno passato non ha funzionato, che sia essa un servizio cittadino, una istituzione, un’oggetto o altro.
Quest’anno al rogo andranno gli autobus dell’ATB ed i problemi degli anziani: i primi perchè ancora si presentano con alcuni punti dolenti come gli scalini di accesso che per i portatori di handicap sono un’ostacolo insormontabile, i secondi perchè gli anziani nella nostra città non hanno ancora quei servizi a disposizione che permetterebbero loro una vita più dignitosa e onorevole.

Da segnalare che in caso di pioggia la manifestazione verrà spostata a domenica 21 marzo 2010.

(foto presa da http://vacanzeinabruzzo.files.wordpress.com/2009/01/carnevale.jpg)

Imparare a degustare i salumi con il corso ONAS

salumi.jpgPrende il via Lunedi 29 marzo un corso molto particolare ma altrettanto interessante e stimolante: comincia infatti il corso per assaggiatori di salumi organizzato dall’ONAS, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Salumi.

Il corso si terrà in quel di Calcinate, in via San Giuseppe 19 e si articolerà in 5 lezioni ed un’esame finale con rilascio dell’attestato e patentino di tecnico assaggiatore.

Al termine di ogni lezione teorica sono previste delle degustazioni guidate dei principali prodotti di salumeria.

Il corso è l’occasione per imparare a degustare una specialità molto diffusa in bergamasca, quella dei salumi.
Prosciutti, salami, insaccati vari verranno infatti sviscerati nella loro fase preparatoria, per dare modo ai partecipanti di imparare ad apprezzare maggiormenti i sapori di questi prodotti.

Sapere come vengono preparati, di quale accortezze necessitano, conoscere le fasi ed i tempi di maturazione dei salumi aiuta chi li assaggia ad apprezzarne maggiormente i sapori, a saper valutare con cognizione di causa la fatica che c’è dietro ogni fetta di salame.

Per maggiore informazioni consigliamo di contattare l’organizzazione agli indirizzi email onas.cn@libero.it e info@marcomarchetti.net

 

(foto presa da http://vinonyc.files.wordpress.com/2008/05/big-salumi.jpg)